Inaugurazione biblioteca scolastica plesso Corridoni.
La nuova biblioteca nasce dal recupero di spazi inutilizzati che dopo una ristrutturazione e un’ attenta riqualificazione sono stati restituiti alla collettività rinnovati e funzionali. Tutte le attività che si svolgeranno all’interno della biblioteca, saranno coordinate dall’ Ins. Sarah Olivieri in qualità di responsabile della biblioteca scolastica.
La nuova biblioteca della scuola vuole essere uno spazio dedicato alla lettura, accessibile a tutti e adatto ad ospitare diverse attività didattiche. Al suo interno troviamo ampi banchi con comode sedute, ripiani, librerie moderne ed inoltre è stato allestito un angolo lettura con una confortevole poltrona, un coloratissimo tappeto e tanti morbidi cuscini. Un luogo accogliente e riservato dove poter sognare e volare con la fantasia.
Durante la cerimonia la responsabile della Memo Valeria Patregnani e il bibliotecario Lorenzo Sabbatini hanno animato un racconto attraverso le immagini di carta del Kamishibai incantando tutti i presenti. L’ esperta dell’ Unione Ciechi Vera Sabatini ha mostrato una ricca collezione di libri tattili che successivamente saranno costruiti dai nostri alunni e arricchiranno una sezione speciale della biblioteca.
Inoltre è stata letta una poesia dialettale dal poeta Elvio Grilli accompagnato dalla melodia della chitarra del nostro insostituibile Elvin Anthony.
La biblioteca ha preso forma grazie alla dotazione libraria già esistente e a quella realizzata con la collaborazione della mediateca Montanari Memo nell’ambito delle iniziative di “Fano città che legge” progetto “Crescere con le persone giuste” promosso dall’ amministrazione comunale nella figura dell’assessore Samuele Mascarin a cui va il nostro sentito ringraziamento.
La mediateca Montanari Memo infatti ha donato al nostro istituto ben 100 nuovi testi arricchendo notevolmente la scelta al passo con i gusti e i desideri dei nostri piccoli lettori. Un grazie di cuore va anche al presidente del Consiglio di Circolo Davide Celani per aver deciso di privarsi di quattro preziosi libri per donarli alla nostra biblioteca.
La nuova biblioteca rappresenta un punto di riferimento della promozione della lettura e la testimonianza di una vivacità culturale che aggiunge nuovi tasselli al mosaico del progetto lettura dell’Istituto.
L’ Istituto investe molto sull’ educazione alla lettura con svariate iniziative che vanno dalla lettura ad alta voce a quella creativa, dalla lettura animata al Kamishibai, dalla scrittura creativa alla realizzazione di libri tattili per l’ inclusione dei disabili. Il nostro sogno è quello di far entrare i libri nei desideri dei bambini.
Per noi leggere un libro con un bambino è molto di più che sfogliare pagine colorate, è perdersi e ritrovarsi nelle immagini degli albi illustrati, immedesimarsi nei protagonisti dei racconti, gioire e soffrire con loro, affrontare paure e difficoltà, leggere è vivere un’avventura. La biblioteca è un luogo che diventa ambiente di apprendimento autentico da utilizzare in modo creativo e costante. Infine la biblioteca dovrà essere un luogo dove i bambini aspettano di andare con gioia, uno spazio e un rifugio che apre nuovi mondi, stimola l’immaginazione e la creatività.

ANCORA UN’INTERVISTA PER I PICCOLI GIORNALISTI

Ecco l’articolo pubblicato oggi su Fano24.it

“Si arricchisce di un’altra interessante esperienza il progetto portato avanti dalla Scuola Primaria Filippo Corridoni grazie alla sensibilità della dirigente Antonella Spadaccio ed all’impegno di alcune maestre, che questa volta hanno invitato l’istruttore dell’Alma Juventus Fano di ginnastica Alessio Mascia. Una società storica presieduta dall’attuale direttore tecnico della nazionale Giuseppe Cocciaro ed il cui fondatore, Gherardo Tecchi, è ora a capo della Federazione Ginnastica d’Italia. Il ventiseienne fanese è stato ospite della V^C, una delle classi coinvolte in questo ciclo di iniziative nel corso delle quali i giovani studenti si cimentano nel ruolo di giornalisti. Lui ha cominciato l’attività da ginnasta ad appena 4 anni ed a Laura Saposnic è rimasto impresso che . Eduardo Cebotari è stato  invece colpito ascoltando che . Ad Enrico Quarto è piaciuto apprendere che , mentre Edoardo Bastianoni ha apprezzato il fatto che . Ha poi potuto dare un proprio personale contributo alla discussione la piccola Vittoria Guescini: “

IL SINDACO SERI A SCUOLA
Come potete ben immaginare bambini di 10 anni che hanno vissuto l’evacuazione causa una superbomba hanno tante domande da porre agli adulti; allora la nostra scuola ha chiamato il Primo Cittadino, eroe di quella notte, ed i bambini lo hanno potuto intervistare per più di un’ora!!
Come sempre disponibilissimo il nostro sindaco Massimo Seri.
Un grazie doveroso alla nostra dirigente Antonella Spadaccio che ha vissuto questo bel momento con i bambini della VC e della VD “I PICCOLI GIORNALISTI DI FANO”

Ed ecco l’articolo apparso su Fanoinforma.it  a firma di Matteo Delvecchio:

“Fano (PU) – Come hanno vissuto l’evacuazione a causa della bomba i bambini? Quante cose sono riusciti a capire e quanti altri interrogativi sono rimasti nelle loro teste? Non a molti, per fortuna, capita di vivere nella propria vita esperienze simili e quando ciò accade i dubbi e le curiosità sono tante. Per soddisfarle, gli alunni della scuola primaria Corridoni (classi 5C e 5D) hanno chiamato in classe (con il supporto della dirigente Antonella Spadaccio e della maestra Romina Alesiani) e intervistato il sindaco per il quale i “piccoli giornalisti” avevano preparato ben 35 domande. Perché se è vero che i media hanno detto praticamente tutto sulla vicenda, è altrettanto vero che sentirlo dalla voce del primo cittadino è un’altra cosa: “Quanti cittadini sono stati veramente a rischio?” ha chiesto Francesco Gramolini “E chi dobbiamo ringraziare?” ha aggiunto Eduardo Cebotari. “Sono stati a rischio tutti i cittadini che vivono nel raggio di 1816 metri da dove è stata trovata la bomba – ha detto il sindaco – e dobbiamo ringraziare il prefetto, i volontari della Croce Rossa che hanno trasportato malati in altre strutture e quelli della Protezione Civile. Poi ovviamente tutte le forze dell’ordine che hanno anche evitato episodi di sciacallaggio, i medici e gli artificieri che materialmente hanno maneggiato la bomba”.

Tra gli alunni, diversi quella notte non hanno dormito nel loro letto, come Heaven Osuala. “Io e la mia famiglia siamo evacuati alla palestra Dini&Salvalai ma io non ho avuto paura, lei sindaco?”. “Io sono rimasto a seguire le operazioni al Centro Operativo Comunale – ha detto Seri – cercando di non farmi prendere nè dalla paura nè dall’agitazione”.

Ovviamente emozionati per la visita in classe del sindaco (soprattutto Veronica Marchetti e Simone Pugolotti che mai lo avevano incontrato di persona), i ragazzi alla fine delle mattinata hanno posato per una foto ricordo nella speranza che la prossima “intervista” sia per una manifestazione o un evento che non preveda emergenze o evacuazioni.”

PICCOLI GIORNALISTI AL LAVORO

Anche durante la seconda sfilata del Carnevale dei Bambini di domenica 4 febbraio 2018 i ragazzi delle classi 5C e 5D hanno svolto il loro lavoro di cronisti del Carnevale. Il quotidiano locale “Fanoinforma” ha dedicato loro un bell’articolo nell’edizione di martedì 6 febbraio 2018, anche se dobbiamo segnalare al giornalista che le classi sono 5C e 5D!

GIORNATA DELLA MEMORIA 2018

Mercoledì 24 gennaio le classi IVB, IVC e VC del Tempo pieno Corridoni hanno ricevuto la testimonianza a scuola di Alessandra Cinotti. Suo nonno, fanese, visse con altri due concittadini l’esperienza del campo di concentramento di Dortmund, in Germania, dove ebbero “un ruolo maledetto” ( gettare i corpi, degli uccisi nella camera a gas, nei forni crematori).Riuscirono a fuggire… camminarono senza tregua tre giorni e tre notti senza mangiare e dormire… Li trovarono gli americani e li portarono in salvo caricandoli su un carro armato e dando loro del cioccolato (proprio come vediamo in una delle ultime scene del film “LA VITA È BELLA”).Solo perchè fuggirono si salvarono; tornarono in Italia che pesavano meno di 40 kg. Il nonno Guglielmo restò per sempre un uomo “provato” da quel periodo di prigionia e da ciò che vide e fece. All’incontro con gli alunni era presente anche la figlia di Guglielmo, madre di Alessandra.

Sabato 27 gennaio gli alunni della VC della Primaria Corridoni hanno partecipato alla Scuola Gandiglio all’iniziativa “La Shoah raccontata dai ragazzi”. A loro gli insegnanti hanno donato testimonianze sulle quali riflettere e maturare sulla strada del bene …  augurandosi che in futuro mai possano dimenticarle. Un doveroso ringraziamento va a Franco Perlasca figlio dell’eroe italiano Giorgio che salvò 5300 ebrei,  che da quattro mesi risponde a tutte le domande degli alunni della VC tramite chat che si augurano di riceverlo presto a scuola.

LA VC E LA VD INCONTRANO GIUSY VERSACE

Ecco l’articolo del settimanale pesarese “IL NUOVO AMICO”, che riporta le lettere scritte dagli alunni della V C e V D del Plesso Corridoni a Tempo pieno, dopo l’incontro con Giusy Versace del 6 novembre, presso il Liceo Scientifico di Fano, alla presenza di 500 studenti; l’evento ha avuto il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Provinciale.

I PROGETTI DELLA IIIC

Ecco alcune foto che documentano i progetti svolti dagli alunni della classe III C della scuola Corridoni  con le insegnanti Generali Graziella e Potenza Gabriella.

Progetto alimentazione: raccolta di ricette di ieri e di oggi

Progetto ambiente: visita alla discarica di Fano, al centro di raccolta differenziata di Fano ,al potabilizzatore di Saltara, al fiume Metauro. Foto del laboratorio con i sassi del mare.

Progetto Telethon: consegna dell’assegno al presidente dell’associazione e foto recita di fine anno sul libro letto ”Insieme più speciali  Telethon”

RASSEGNA “FUORICLASSE” PER LA IVC E LA IVD

Ecco il momento della premiazione degli alunni nella serata di venerdì 25 maggio presso il Teatro della Fortuna di Fano. Le classi hanno presentato lo spettacolo “Generazioni Connesse”  realizzato con la collaborazione di Stefania Carboni.

Questo l’articolo del Corriere Adriatico di venerdì 25 maggio 2017:

“IMPRONTA IL RISPETTO”

Bellissima mattinata con i simpatici amici cani Max, Ice e Sky! Nella giornata di lunedì 22 maggio le classi 5 B e 5C della scuola F. Corridoni T.P. hanno aderito al progetto “ Impronta il rispetto”. Il progetto si è articolato in due momenti: una parte formativa, supportata da visioni e immagini, dove gli alunni hanno appreso una serie di regole comportamentali da seguire nell’approccio con il cane e dove sono stati incoraggiati ad atteggiamenti di rispetto verso l’animale. Una parte pratica, in cui cani addestrati e accompagnati da un volontario del Gruppo Cinofilo della Protezione Civile e da un educatore cinofilo professionista, si sono esibiti in dimostrazioni di abilità.

E’ stato un incontro importante e divertente che ha promosso il senso civico dei nostri ragazzi.

INCONTRO CON IL POETA DIALETTALE GRILLI

Gli alunni delle classi quarte e quinte hanno incontrato il poeta Elvio Grilli: ecco l’articolo pubblicato sul Corriere Adriatico del 15 marzo 2017

LE CLASSI QUARTE INCONTRANO LAURA ZACCHILLI

E’ stata una stella della ginnastica ritmica italiana, fregiatasi di ben dieci scudetti con l’Aurora Fano e chiamata a rappresentare il nostro paese in tante competizioni internazionali. E Laura Zacchilli, una volta appesi al chiodo attrezzi e mezze punte, si è messa al servizio di chi sogna di emulare le sue gesta sportive. La 36enne campionessa fanese allena i giovani talenti del plurititolato club cittadino e collabora con la Federazione, ma ha accolto con entusiasmo anche l’invito della Scuola Primaria “F. Corridoni” a raccontare la propria esperienza alle classi IV^ C e D. La sua testimonianza ha stimolato i piccoli interlocutori e potrà costituire un insegnamento prezioso per loro, in qualsiasi campo si cimenteranno. Le hanno posto tante domande, dopodiché le maestre hanno chiesto di redigere dei veri e propri resoconti in stile giornalistico nel contesto di un progetto dalla molteplice valenza. ha scritto Leonardo Galli, mentre a Luca Menghi ha colpito il fatto che . E’ c’è anche chi, come Angelica Battisti, ha confidato .

corridoni_zacchilli

Ed ecco l’articolo dei ragazzi delle quarte pubblicato sul Corriere Adriatico:

articolo_zacchilli

Ora anche sul Lisippo di gennaio 2017

articolo_Lisippo_genn