“Biciclette da corsa di ieri e di oggi”

Esibizione di biciclette da corsa d’epoca: storia di campioni costruttori ed artigiani Italiani.
Da sabato 10 marzo a lunedì 12 marzo 2018 sarà possibile ammirare da vicino alcune delle biciclette d’epoca dell’ Associazione culturale pesarese “Italian Legend Bicycles” in una mostra dal titolo “Biciclette da corsa di ieri e di oggi”
La mostra è proprio nel cuore dell’arrivo di tappa della Tirreno Adriatico, al piano terra della scuola Corridoni con ingresso da viale Gramsci.
L‘esposizione di biciclette d’epoca ripercorre la storia dell’evoluzione tecnica della bicicletta da corsa e dei componenti in particolare della produzione Campagnolo.
Un ampio spazio ai piccoli artigiani Italiani e alle bici da cronometro con telaio in acciaio e ruote lenticolari.
Inoltre sarà esposta la fantastica bici originale Bianchi di MARCO PANTANI del 1998 anno delle prestigiose vittorie al Tour de France e al Giro d’Italia
Ad abbellire la mostra tematica anche la bici originale di Felice Gimondi del 1972, la bici originale di Francesco Moser del record dell’ora di Stoccarda 1988.
Vi aspettiamo!

Raggi: Progetto Crocus Abbracciare la diversità

Gli alunni della scuola Decio Raggi in autunno, con la collaborazione di un babbo, hanno piantato alcuni bulbi di Crocus  gialli  in memoria del milione e mezzo di bambini ebrei che perirono a causa dell’Olocausto e le migliaia di altri bambini che furono vittime delle atrocità naziste. I fiori gialli ricordano la stella gialla di Davide che gli ebrei furono costretti a cucire sui propri abiti durante il dominio nazista. Proprio in questi giorni, intorno alla data della Giornata mondiale in memoria delle vittime dell’Olocausto (27 gennaio) i fiori sono spuntati.

In diretta a Radio Fano

Lunedì 29 gennaio alle 9,30 gli alunni delle classi VC e VD del plesso Corridoni TP, i “giornalisti” del Carnevale,  in diretta negli studi di Radio Fano, illustreranno ai microfoni di Anna Rita Ioni il progetto di Circolo Atelier creativo- Carnevale.

 

Adotta una Pigotta

Anche quest’anno gli alunni del plesso Decio Raggi hanno partecipato ad un’iniziativa di solidarietà promossa dall’UNICEF e con l’aiuto degli insegnanti hanno imbottito i corpicini e realizzato le carte d’identità delle Pigotte confezionate dalle mani d’oro di nonne e mamme molto generose ed abili nel cucire abitini dai mille colori

Seconda edizione di #MAIPIUBULLISMO

Nell’ambito delle attività svolte dal MIUR per la prevenzione e il contrasto del bullismo e del cyberbullismo nelle scuole, anche quest’anno è stata rinnovata la collaborazione tra Rai e MIUR per il programma televisivo #Mai Più Bullismo, un progetto educativo e di servizio pubblico finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica sul bullismo, un fenomeno che non riguarda solo le ragazze e i ragazzi che ne sono vittime, ma anche le famiglie, la scuola, l’intera comunità. Il programma, di quattro puntate, è ambientato a scuola, direttamente nelle classi, per un diario di immagini e racconti senza filtri che usa il linguaggio degli adolescenti.
Considerato il successo registrato nella passata edizione, la Rai e il MIUR hanno deciso di dar seguito alla seconda stagione del programma che sarà in onda a partire dal prossimo mercoledì 10 gennaio, in seconda serata, su Rai due per 4 puntate.
L’obiettivo principale del programma è quello di sensibilizzare i ragazzi e le ragazze affinché denuncino episodi di bullismo, riescano a raccontare ciò che vivono dentro e fuori le mura scolastiche, cosa provano, quello che si tengono dentro e tante volte non riescono ad esprimere né ai genitori, né agli insegnanti, superando quello scoglio di diffidenza che accompagna spesso, purtroppo, i racconti di chi viene bullizzato.
A partire da quest’anno, al fine di raggiungere il più ampio pubblico possibile di giovani e soprattutto giovanissimi – e delle loro famiglie- il programma sarà replicato anche il sabato: dal 13 gennaio al 3 febbraio alle 13.30 sempre su Rai2.
La formula del programma è rimasta la stessa dello scorso anno: Pablo Trincia, nella veste di conduttore/coach, darà voce ai ragazzi vittime di bullismo, parlerà con genitori e dirigenti scolastici al fine di chiudere ogni puntata con un incontro chiarificatore tra il protagonista della storia e i suoi compagni di classe. Il video diario è lo strumento per raccontare a tutti il profondo disagio dei ragazzi che si affidano a #Maipiùbullismo per far
sentire la loro voce ed uscire dall’isolamento.
Per maggiori informazioni sul programma visitare il sito http://www.raiplay.it/programmi/maipiubullismo/, mentre per informazioni e aggiornamenti sulle attività realizzate dal Miur per la prevenzione e il contrasto del
bullismo e cyberbullismo visitare il sito: www.generazioniconnesse.it.

 

Nota Informativa MIUR #maipiùbullismo