Raggi: Progetto Crocus Abbracciare la diversità

Gli alunni della scuola Decio Raggi in autunno, con la collaborazione di un babbo, hanno piantato alcuni bulbi di Crocus  gialli  in memoria del milione e mezzo di bambini ebrei che perirono a causa dell’Olocausto e le migliaia di altri bambini che furono vittime delle atrocità naziste. I fiori gialli ricordano la stella gialla di Davide che gli ebrei furono costretti a cucire sui propri abiti durante il dominio nazista. Proprio in questi giorni, intorno alla data della Giornata mondiale in memoria delle vittime dell’Olocausto (27 gennaio) i fiori sono spuntati.

In diretta a Radio Fano

Lunedì 29 gennaio alle 9,30 gli alunni delle classi VC e VD del plesso Corridoni TP, i “giornalisti” del Carnevale,  in diretta negli studi di Radio Fano, illustreranno ai microfoni di Anna Rita Ioni il progetto di Circolo Atelier creativo- Carnevale.

 

Adotta una Pigotta

Anche quest’anno gli alunni del plesso Decio Raggi hanno partecipato ad un’iniziativa di solidarietà promossa dall’UNICEF e con l’aiuto degli insegnanti hanno imbottito i corpicini e realizzato le carte d’identità delle Pigotte confezionate dalle mani d’oro di nonne e mamme molto generose ed abili nel cucire abitini dai mille colori

Seconda edizione di #MAIPIUBULLISMO

Nell’ambito delle attività svolte dal MIUR per la prevenzione e il contrasto del bullismo e del cyberbullismo nelle scuole, anche quest’anno è stata rinnovata la collaborazione tra Rai e MIUR per il programma televisivo #Mai Più Bullismo, un progetto educativo e di servizio pubblico finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica sul bullismo, un fenomeno che non riguarda solo le ragazze e i ragazzi che ne sono vittime, ma anche le famiglie, la scuola, l’intera comunità. Il programma, di quattro puntate, è ambientato a scuola, direttamente nelle classi, per un diario di immagini e racconti senza filtri che usa il linguaggio degli adolescenti.
Considerato il successo registrato nella passata edizione, la Rai e il MIUR hanno deciso di dar seguito alla seconda stagione del programma che sarà in onda a partire dal prossimo mercoledì 10 gennaio, in seconda serata, su Rai due per 4 puntate.
L’obiettivo principale del programma è quello di sensibilizzare i ragazzi e le ragazze affinché denuncino episodi di bullismo, riescano a raccontare ciò che vivono dentro e fuori le mura scolastiche, cosa provano, quello che si tengono dentro e tante volte non riescono ad esprimere né ai genitori, né agli insegnanti, superando quello scoglio di diffidenza che accompagna spesso, purtroppo, i racconti di chi viene bullizzato.
A partire da quest’anno, al fine di raggiungere il più ampio pubblico possibile di giovani e soprattutto giovanissimi – e delle loro famiglie- il programma sarà replicato anche il sabato: dal 13 gennaio al 3 febbraio alle 13.30 sempre su Rai2.
La formula del programma è rimasta la stessa dello scorso anno: Pablo Trincia, nella veste di conduttore/coach, darà voce ai ragazzi vittime di bullismo, parlerà con genitori e dirigenti scolastici al fine di chiudere ogni puntata con un incontro chiarificatore tra il protagonista della storia e i suoi compagni di classe. Il video diario è lo strumento per raccontare a tutti il profondo disagio dei ragazzi che si affidano a #Maipiùbullismo per far
sentire la loro voce ed uscire dall’isolamento.
Per maggiori informazioni sul programma visitare il sito http://www.raiplay.it/programmi/maipiubullismo/, mentre per informazioni e aggiornamenti sulle attività realizzate dal Miur per la prevenzione e il contrasto del
bullismo e cyberbullismo visitare il sito: www.generazioniconnesse.it.

 

Nota Informativa MIUR #maipiùbullismo