CITTA’ DA GIOCARE 2019

La Città da Giocare è una iniziativa organizzata dal Comune di Fano nell’ambito del progetto Città dei Bambini, nata nel 1994 dalla richiesta del Consiglio dei Bambini per rivendicare il loro diritto ad utilizzare gli spazi pubblici e muoversi in sicurezza ed autonomia nelle strade della città.

Il Consiglio Comunale ha accolto questa istanza e la città di Fano una volta all’anno, quest’anno il 12 maggio, organizza una manifestazione chiudendo le strade al traffico e regalandole ai bambini per giocare. E’ un evento di grande significato perché ha l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sull’uso delle strade non solo da parte delle auto, ma anche da pedoni e ciclisti e sui rischi dell’inquinamento.

Programma dell’edizione 2019

Giornata Mondiale del Teatro 2019

In occasione della Giornata Mondiale del Teatro il MIUR, Dipartimento per il sistema educativo di Istruzione e di Formazione, Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione,  ha diffuso la seguente nota con l’invito a leggere i messaggi di artisti, registi e scrittori teatrali che rappresentano le cinque aree geografiche del mondo, rilasciati durante l’edizione 2018.

Nota Miur del 19.02.2019

Giornata Mondiale del Teatro 2018

Incontri dedicati all’infanzia e all’adolescenza

L’Associazione Altramarea, in collaborazione con Memo Mediateca Montanari e con il Patrocinio dei Servizi Educativi del Comune di Fano, è lieta di invitarvi ad un ciclo di 5 appuntamenti dedicati alle emozioni e all’affettività che caratterizzano l’età evolutiva e l’adolescenza.
Educare alle emozioni, e in generale all’affettività, è forse una delle maggiori sfide per genitori ed insegnanti del nostro tempo. Crediamo che  solo preparando i bambini e i ragazzi a gestire al meglio la propria emotività questi potranno  usufruire di quel bagaglio interiore necessario per vivere serenamente e per relazionarsi con gli altri in maniera equilibrata.
Pertanto, gli incontri si propongono di aiutare genitori, insegnanti ed educatori nel loro compito educativo e formativo per un sano sviluppo psicoemotivo del bambino dall’infanzia all’adolescenza, con particolare attenzione ai temi affettività, empatia, resilienza.
Questo il calendario degli appuntamenti e rispettivi relatori:
Domenica 17 Febbraio alle ore 17.00
“Infanzia: importanza dell’attaccamento e sviluppo affettivo”
con Emily Mignanelli, Psicopedagogista e fondatrice della scuola-comunità Serendipità di Osimo
Giovedì 21 Febbraio alle ore 17.00
“Educazione alle emozioni nel periodo preadolescenziale”
con Emily Mignanelli, Psicopedagosista e fondatrice della scuola-comunità Serendipità di Osimo
Giovedì 28 Febbraio alle ore 17.00
“Emozioni, conflitti ed armonia tra genitori e figli nell’adolescenza”con Annalisa Zadra, Psicologa Psicoterapeuta
Venerdì 16 Marzo alle ore 17.00 “Adolescenza, emozioni e resilienza“
con Stefano Rossi, Psicopedagogista scolastico, formatore e autore di testi sull’innovazione didattica
Mercoledì 17 Aprile alle ore 17.00
“Sessualità, affettività e intimità nel mondo degli adolescenti di oggi. Come condividere, comunicare e comprendere”
con Alessandra Battistelli, Psicologa Psicoterapeuta e Sessuologa
Tutti gli appuntamenti si terranno presso la Sala Ipogea della Mediateca Montanari e sono gratuiti.

Giorno della Memoria 2019: incontri

Mercoledì 30 Gennaio alle ore 16.30 presso l’Archivio di Stato di Pesaro (Via Neviera, 44) si terrà l’incontro di formazione per docenti dal titolo Raccontare il razzismo e la persecuzione razziale ai ragazzi. Interverranno Donatella Giulietti e Lidia Maggioli, le quali svolgeranno alcune riflessioni sul tema e presenteranno i libri di cui sono autrici, “Eri sul treno per Auschwitz? Strumenti per raccontare la Shoah ai bambini” e “Sognando il cavalluccio marino”.

In particolare, “Eri sul treno per Auschwitz? Strumenti per raccontare la Shoah ai bambini”, di Donatella Giulietti, docente in servizio nel nostro Circolo, è la sintesi di un lungo lavoro di ricerca e sperimentazione ideato ed elaborato dalla sezione didattica dell’Istituto di Storia Contemporanea della Provincia di Pesaro e Urbino (ISCOP). Il lavoro nasce con l’intento di offrire ai docenti strumenti per la progettazione di percorsi di ricerca storico-didattica partendo da presupposti di ordine storiografico, pedagogico e metodologico-didattico. Per favorire l’incontro con storie così complesse, il testo presenta una varietà di strumenti e linguaggi tra cui l’arte,  i testi di letteratura per l’infanzia e, naturalmente, il laboratorio storico con le fonti che permette di ricostruire i vissuti di cittadini ebrei che, nel nostro territorio, hanno subito la discriminazione e la deportazione razziale.

 “Sognando il cavalluccio marino” è invece il titolo del romanzo scritto da Lidia Maggioli. La storia, che si svolge idealmente nel 2016, è ispirata a fatti reali accaduti in Italia durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale. Elia Minerbi si ritrova nella stessa località romagnola, Marinella, dalla quale settantatré anni prima era stato cacciato assieme alla madre per ragioni “di razza”. Ora sono con lui i nipoti undicenni Paolo e Danila che hanno lasciato Milano perché bisognosi di clima marino. Analogamente, nel 1943, il piccolo Elia avrebbe avuto bisogno dell’aria di mare per curare l’asma. La vacanza, scandita da incontri, emozioni, nuotate e karaoke, sarà l’occasione per avvicinare due generazioni e far riaffiorare un passato drammatico. L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Archivio di Stato di Pesaro-Urbino, la Biblioteca Bobbato e la Fondazione XXV Aprile.

Giorno della Memoria 2019: incontri

Martedì 29 gennaio alle ore 16.30  a Fano presso la Mediateca Montanari si terrà l’incontro con la cittadinanza di Fausto Ciuffi, direttore della Fondazione Villa Emma, dal titolo Dove vi portano gli occhi. A colloquio con Edith Bruck. Il racconto di un difficile ritorno dai campi e la storia di una donna in lotta per la propria libertà, che nel corso del suo peregrinare attraverso l’Europa sceglie l’Italia come dimora e l’italiano come lingua per narrare la sua storia. L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Biblioteche e alla Memoria del Comune di Fano, con la Presidenza del Consiglio Comunale di Fano, con la Biblioteca Federiciana e la Mediateca Montanari.

Un presepe speciale

Questo presepe “sassoso” è stato realizzato a scuola da una alunna di 6 anni appena. 💕
Esperienza unica in IA del Corridoni, grazie alla collaborazione dell’artista fanese Stefano Furlani.